Etichette Discografiche


Diffidare assolutamente da quelle etichette discografiche che 
- Impongono propri studi di registrazione per realizzare brani
- Impongono propri turnisti per realizzare brani
- Impongono servizi promozionali (playlist, invio cartoline digitali)

Una vera etichetta discografica, legata a major o indipendente, se crede nell'artista può valutare diverse strade da percorrere ma MAI impone costi come quelli sopra evidenziati.
- Può ovviamente suggerire un nuovo arrangiamento (che è liberamente realizzato dall'artista da chi desidera lui e non certo da chi decide nell'etichetta).
- Può proporre eventuali attività promozionali, ma certamente non porle come attività obbligatorie.
- Può proporre alternative di distribuzione, suddividendo eventuali costi con l'artista o facendosene pieno carico.
- Può proporre servizi promozionali extra che rimangono comunque a discrezione dell'artista e mai un obbligo.

Costi medi sui servizi Extra che possono applicare etichette per attività promozionali
che si sottolinea, mai è possibile offrire con garanzia di risultato.
- Invio brano alle radio (cartolina digitale) €.60 per 500 radio / €90 per 1000 radio
- Inserimento brano in playlist Spotify (circa €200 per playlist di 10.000 ascoltatori)
- Pubblicazione articoli su portali nazionali (in media €100 per articolo)
- Intervista su giornali nazionali (molto variabile, comunque dai €500 in su)
- Pubblicazione del brano su digital store con miniclip video su Youtube (da €19 a €100)